Riferimenti

Il Gruppo agisce nella convinzione che le attività di business debbano essere svolte tenendo in considerazione le aspettative degli stakeholder, in linea con i principi stabiliti dagli standard riconosciuti a livello internazionale. Nella definizione e attuazione della strategia e dei programmi di sostenibilità il Gruppo si ispira alle linee guida emanate dai principali organismi mondiali di indirizzo e standardizzazione sulla corporate responsibility. Il sistema di gestione della sostenibilità tiene conto anche delle normative e dei principali standard internazionali, in particolare:

  • direttive, raccomandazioni e comunicazioni della Commissione Europea;
  • linee guida dell’OCSE destinate alle imprese multinazionali;
  • certificazioni ISO 9001 e ISO 14001 per i sistemi di gestione della qualità e dell’ambiente;
  • principi delle convenzioni dell’International Labour Organization (ILO) per il rispetto dei diritti fondamentali dei lavoratori;
  • standard Social AccountAbility 8000 (SA 8000), finalizzato a favorire il rispetto dei Diritti Umani e delle condizioni di lavoro da parte delle aziende e della loro filiera di fornitura;
  • Sustainability Reporting Guidelines del Global Reporting Initiative (GRI), versione G4, opzione comprehensive;
  • AA1000 AccountAbility Principles Standard (APS 2008) elaborato da AccountAbility, organizzazione internazionale che promuove la collaborazione tra gli stakeholder e la definizione di standard e linee guida in materia di sostenibilità;
  • linee guida ISO 26000, rivolte alle organizzazioni private e pubbliche di qualunque dimensione.   

[G4-15], [G4-16] Telecom Italia da tempo aderisce a numerose organizzazioni ambientali e sociali, a livello nazionale e internazionale, per diffondere valori universalmente riconosciuti quali il rispetto dei Diritti Umani e del lavoro e la tutela dell’ambiente. Di seguito si riportano le principali associazioni a cui partecipa il Gruppo e alcune delle carte e codici sottoscritti:

  • Global Compact, principale riferimento a livello mondiale lanciato nel 2000 dall’ONU, a cui Telecom Italia ha aderito fin dal 2002. Telecom Italia è membro del Global Compact Network Italia;
  • ITU (International Telecommunication Union), la principale agenzia delle Nazioni Unite per le Telecomunicazioni e l’Informazione, nonché punto di riferimento per governi e settore privato nello sviluppo di reti e servizi. Telecom Italia partecipa, tra l’altro, all’iniziativa dell’ITU denominata Child Online Protection e in particolare all’aggiornamento delle linee guida sviluppate nell’ambito della stessa iniziativa, che sono rivolte alle aziende del settore broadcasting, internet e mobile. L’iniziativa rientra nel più ampio progetto internazionale Global Cybersecurity Agenda lanciato dall’ITU nel 20007. Sempre nell’ambito dell’ITU, Telecom Italia partecipa al gruppo di lavoro Environment and Climate Change (Study Group 5);
  • ETSI (European Telecommunications Standards Institute), la principale organizzazione europea di standardizzazione per le telecomunicazioni. Telecom Italia partecipa ai seguenti comitati tecnici e gruppi di interesse concernenti l’ambiente: TC ATTM (Access, Terminals, Transmission and Multiplexing), TC EE (Environmental Engineering) e ISG OEU (Operational energy Efficiency for Users);
  • GSM Association e in particolare il gruppo di lavoro GSMA – Mobile Alliance against Child Sexual Abuse Content, per tutte le iniziative tecnologiche e di comunicazione rivolte alla tutela dei minori nel settore della telefonia mobile;
  • ICT Coalition for Childern Online e Better Internet for kids/CEO Coalition, per la definizione e l’implementazione dei principi e delle tecnologie necessarie a rendere internet un luogo più sicuro per i minori;
  • GRI, l’organismo fondato nel 1997 dal CERES, Coalition for Environmentally Responsible Economy, con l’obiettivo di sviluppare le linee guida, applicabili globalmente, per la stesura del Report di sostenibilità;
  • GeSI (Global e-Sustainability Initiative), una partnership globale di società ICT per promuovere lo sviluppo sostenibile delle nuove tecnologie. Telecom Italia è rappresentata nell’Assemblea Generale e partecipa ai gruppi di lavoro dell’iniziativa, in particolare nell’ambito dell’ottimizzazione dei consumi energetici e riduzione delle emissioni di gas serra. Dalla metà del 2012 alla metà del 2014 Telecom Italia ha anche fatto parte del Board of Directors, ricoprendo il ruolo di tesoriere;
  • ETNO (European Telecommunications Network Operators’ Association), un’associazione di settore che ha tra i suoi obiettivi lo sviluppo di un mercato europeo delle TLC competitivo ed efficiente attraverso il coordinamento tra gli operatori e il dialogo con le Istituzioni. Telecom Italia fa parte dell’Executive Board, di cui ha avuto la presidenza dal 2011 al 2014 e ha aderito a Corporate Responsibility di ETNO. Le problematiche legate alla Corporate Responsibility Charter sono gestite attraverso un gruppo di lavoro, di cui Telecom Italia ha la presidenza da svariati anni, che ha anche - fra i suoi mandati - la promozione e la verifica degli obiettivi assunti attraverso il Corporate Responsibility Charter dell’Associazione. A questo gruppo di lavoro rispondono una task force sull’energia, coordinata da Telecom Italia, che si occupa di valutare e mettere a fattor comune le migliori prassi e le soluzioni più avanzate nel campo dell’efficienza energetica e una taske force sulla protezione dei minori online;
  • Joint Audit Cooperation, iniziativa congiunta tra operatori di telecomunicazioni per effettuare audit di sostenibilità presso gli stabilimenti produttivi dei rispettivi fornitori nelle aree geografiche che presentano un elevato livello di rischio dal punto di vista sociale e ambientale. Telecom Italia è stato uno dei tre soci fondatori e, oltre a essere rappresentata nella Leadership Assembly (che ha funzione di indirizzo e verifica ed è costituita da rappresentanti di alto livello delle rispettive funzioni Acquisti e sostenibilità dei membri), nell’Operational Assembly (che definisce procedure e strumenti e segue l’attività di audit dei fornitori) e ricopre la carica di vice-presidente dell’ Operational Committee che garantisce il coordinamento delle attività e sviluppa proposte mirate al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dell’iniziativa;
  • Joint Research Center, il centro di Ricerca della Commissione Europea che ha sviluppato, con l’ausilio degli operatori TLC, tra cui Telecom Italia, i Codici per l’efficienza energetica dei data center e per i consumi energetici degli apparati a larga banda, entrambi sottoscritti da Telecom Italia;
  • FOSI, Family Online Safety Institute, un’organizzazione non profit internazionale il cui scopo è quello di rendere il mondo della rete più sicuro per i ragazzi e le loro famiglie, individuando le migliori strategie nel rispetto della libertà del web. Il FOSI favorisce inoltre il dialogo fra i capi di governo, il mondo dell’industria e il settore non profit nella ricerca di nuove soluzioni per la sicurezza dei bambini nel mondo del Web 2.0. Telecom Italia è la stata la prima azienda italiana ad aderire a questa importante istituzione.

Telecom Italia è inoltre associata a ANIMA e Sodalitas (entità che si occupano di sostenibilità nell’ambito di associazioni di categoria italiane) e CSR Europe, una rete di aziende europee per lo sviluppo della sostenibilità nelle aziende.

Tra gli altri codici rilevanti per la sostenibilità sottoscritti da Telecom Italia, si menzionano la Carta delle pari opportunità, il Codice di Autoregolamentazione per i servizi mobili, il Codice di Condotta per i servizi a sovrapprezzo e il Codice di Autodisciplina per la comunicazione commerciale (disponibili sul sito telecomitalia.com).