Guarda il video

Efficienza energetica

La protratta emissione di gas serra porterà a cambiamenti di lunga durata di tutti i componenti del clima, aumentando la probabilità di gravi, pervasivi e irreversibili impatti sulla popolazione e gli ecosistemi. L’aumento della temperatura, causato anche dalle emissioni di CO2, provocherà lo scioglimento dei ghiacciai e un innalzamento del livello del mare.

Telecom Italia ha scelto di acquistare energia prodotta solo da fonti rinnovabili, facendo investimenti che rispecchiano i principi della green economy e impegnandosi a diffondere l’importanza di queste decisioni: oggi il 100% dell’energia necessaria per l’azienda proviene da fonti green, riducendo la nostra emissione di CO2 di oltre il 70%.

Lo scenario

Il concetto di efficienza attiene al rapporto fra gli input di un processo produttivo e gli output che quel processo ricerca. Efficienza energetica nel contesto ICT implica rilevanza economica e ambientale in termini di gestione dell’energia necessaria. Il fabbisogno ed il conseguente consumo energetico della BU Domestic è attestato all’incirca in 2 TWh annui e il Gruppo è il secondo consumatore a livello nazionale di energia elettrica. L’energia elettrica acquistata è quasi tutta prodotta a partire da fonti rinnovabili ed è quindi coperta dai certificati di garanzia d’origine, contribuendo al drastico abbattimento delle emissioni di anidride carbonica indirette. Proteggere l’ambiente, migliorare l’efficienza energetica e offrire servizi in grado di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra ed altri inquinanti sono le direttrici di intervento fondamentali del Gruppo per favorire lo sviluppo sostenibile nelle proprie aree di influenza.

Scopri di più

La strategia ambientale

Tutte le società del Gruppo si ispirano ai seguenti principi fondamentali: ottimizzazione dell’utilizzo di fonti energetiche e altre risorse naturali; ricerca continua del miglioramento della performance energetica/ambientale, minimizzando gli impatti negativi e massimizzando i positivi; adozione di politiche di acquisto sensibili alle tematiche ambientali; diffusione di un corretto approccio alle tematiche ambientali.

Il Sistema di Gestione Ambientale (SGA)

Telecom Italia è dotata di un SGA certificato in base alla norma ISO 14001. In alcune realtà l’SGA è integrato con quello per la Gestione della Qualità basato sulla norma ISO 9001 e il sistema per la Gestione della Sicurezza basato sulla norma OHSAS 18001.

L’eco-efficienza

Il Gruppo misura l’efficienza energetica mediante un indicatore che mette in relazione il servizio offerto alla clientela in termini di bit trasmessi con l’impatto sull’ambiente rappresentato dai joule di energia consumati. Vengono presi in considerazione i valori di traffico dati e voce da rete fissa e mobile e i consumi energetici industriali (uso trasmissivo e condizionamento centrali), civili (energia elettrica per uso ufficio, condizionamento e riscaldamento) e i consumi per autotrazione.

Il sistema dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)

Anche nel corso del 2015 sono stati riconosciuti TEE, sino ad oggi per complessivi 34 progetti approvati, corrispondenti a circa 40.000 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) annue risparmiate e ad un valore economico stimato a prezzi attuali, su 5 anni, pari a 40 milioni di euro.

Monitoraggio dei consumi: uso interno e offerta ai Clienti

L’andamento dei consumi e la necessità di avere in tempo reale il loro controllo, la capacità di verificare l’efficacia delle azioni di ottimizzazione, ha favorito la realizzazione di un sistema di monitoraggio proprietario esteso al 42% dei consumi totali del gruppo, tramite una rete di oltre 30.000 sensori. Il numero complessivo di siti di rete fissa e mobile con presenza di sensori è di 2.768. Attraverso queste tele rilevazioni e le elaborazioni della piattaforma “TI Green” l’Azienda è in grado di certificare i risultati delle azioni di miglioramento poste in essere. Questa esperienza e il gran numero di attività e progetti finalizzati alla diminuzione dei consumi ed all’abbattimento delle emissioni di CO2 costituiscono un asset a disposizione della clientela. L’offerta è in grado di fare fronte alle principali esigenze di ottimizzazione dei consumi di vari segmenti di clientela: dalla media azienda industriale all’unità della pubblica amministrazione alla grande industria plurisito con presenza internazionale.

La metodologia

Il Business Value, pari a 18 milioni di euro, è dato da:

  • 16 milioni: valorizzazione della riduzione delle emissioni in atmosfera. Tale riduzione è stimata a partire dall’energia risparmiata grazie ad iniziative di efficienza energetica interna (pari a 95 GWh) secondo il fattore di emissione pari a 0,386411 kg CO2/kWh2.
  • 2 milioni: vendita di Certificati Bianchi per i progetti approvati nel 2015.

Il Social Value è stimato in funzione della riduzione di CO2 emessa secondo il seguente parametro: ton CO2*203 €/Ton3

Energia risparmiata

1 Inclusa la vendita dei TEE

2 Per il calcolo delle emissioni legate al consumo di energia elettrica da fonti miste acquistata sul mercato italiano è stato utilizzato il coefficiente pubblicato dal GHG Protocol (2009) - che prende in considerazione il mix energetico nazionale - pari a 386 grammi di CO2/kWh.

3 Fonte Stanford University 

TEMI DI MATERIALITÀ

Innovazione sociale Tutela ambientale Cultura digitale Persone

GRI

[G4-EN6 ][G4-EN19][G4-EN23]

KPI dei progetti

Il nuovo modello di misurazione di Telecom Italia
Scopri il nuovo TIM Shared Value Model
social need
Tutela dell'ambiente e del paesaggio
Ricerca e innovazione per le imprese
7,5mln
euro
social value
18mln
euro
business value

Paesi

Italia
With You We Do
JOL
Expo
Efficenza energetica
EducaTI
TIM College
Pappanoinweb